16-18 marzo, 1300 capi dell’AGESCI Lazio in cammino verso la Basilica di San Giovanni in Laterano

Roma, 17 marzo - Dal 16 al 18 marzo tutte le Comunità capi italiane dell’AGESCI –Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani - saranno chiamate a mettersi in cammino nei loro territori, per continuare il confronto iniziato in questo ultimo anno rispetto al tema del discernimento.

Per la nostra regione, sono 1300 gli adulti scout impegnati in questo percorso, il cui obiettivo è quello di riflettere sul tema dell’educare e sul mantenere uno stile, quello del discernimento, come stile di una comunità scout cristiana. L’“Amoris Laetitia” di Papa Francesco ha rappresentato la chiave interpretativa di questo cammino. La strada diventa ancora una volta per gli scout occasione per condividere progetti personale, per confrontarsi, per pregare, per fare scelte, per giocare insieme.

Francesca Orlandi, Francesco Scoppola e Fra Stefano Lovato, Responsabili regionali e Assistente ecclesiastico dell’AGESCI Lazio, insieme a tutto il Comitato regionale, hanno dato appuntamento domenica 18 in piazza San Giovanni per celebrare nella Basilica di San Giovanni in Laterano la Santa Messa, presieduta da S.E. Mons. Angelo de Donatis (Vicario del S. Padre per la Diocesi di Roma e Presidente della Conferenza Episcopale Laziale).

“Siamo contenti di poter chiudere questa prima tappa del cammino sul Discernimento con un incontro regionale molto partecipato, celebrando la Messa insieme a S.E. Mons. De Donatis. È la testimonianza che il nostro è un percorso in cui viviamo da protagonisti e testimoni il nostro laicato cattolico, con la Chiesa e nella Chiesa.”

L’evento è seguito tramite gli account social nazionali e locali (@agescilazio e @webagescilazio) con l’hashtag #comunitaincammino, dove le Comunità capi saranno invitate a condividere le fotografie e le emozioni del loro cammino. 

L’AGESCI è nata nel 1974 dalla fusione delle Associazioni scout cattoliche ASCI (maschile) e AGI (femminile). A oggi nel Lazio conta oltre 15.000 soci, di cui più di 2.500 sono educatori, ed è organizzata in oltre 170 gruppi locali.

 

Per maggiori informazioni

Settore Comunicazione AGESCI Lazio

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Pubblicato in Agesci Lazio

L’Assemblea dei capi del Lazio si è riunita ieri, 20 novembre, presso il Roma Scout Center.

Grazie alla presenza di 138 capi, di cui 90 rappresentanti i 172 gruppi della regione, l’Assemblea è stata costituita e si sono svolti regolarmente tutti i lavori.

In attesa di condividere il verbale, vogliamo condividere alcuni dei punti salienti.

È stato firmato il protocollo d'intesa tra AGESCI Lazio e la Caritas Diocesana di Roma.

img 20161120 101342

 

Rispetto ai ruoli vacanti, sono stati eletti

Chiara Francia e Salvatore Tripodi come Incaricati al Coordinamento Metodologico
img 20161120 140329

Alessandro Augello come Incaricato alla Branca R/S

img 20161120 133552

Nessuno tra i due candidati alla Formazione Capi (Stefano De Paolis e Dino Nencetti) ha raggiunto il numero di voti espressi validi per risultare eletto (4 votazioni). Il ruolo resta vacante.

Numerose le mozioni presentate e votate. Tra quelle approvate, di sicura importanza per la vita regionale per capi e ragazzi sono quelle dedicate al bilancio consuntivo e preventivo e al programma (così come presentato nella bozza).

Inoltre tra le novità approvate, di cui diamo anticipazione, e che rimandiamo alla lettura del verbale per tutti gli approfondimenti del caso, troviamo:

  • L’introduzione della definizione dei requisiti e competenze nei profilo/curricula dei candidati, con il fine di individuare sin da subito quelli che sono le peculiarità del capo nel ricoprire lo specifico ruolo. (mozione n. 12)
  • La convocazione di una assemblea straordinaria qualora quella ordinaria non dovesse essere dichiarata valida per mancanza di quorum di costituzione (mozione n.8)
  • Una modalità più fruibile del verbale dell’Assemblea regionale, da condividere con tutti i capi tramite la pubblicazione sul sito regionale e l’invio tramite email (mozione n. 10)
  • Modifica al Regolamento dell’Assemblea regionale nell’articolato dedicato alle modalità di elezione degli incarichi (mozione 13bis)
  • L’inserimento di un nuovo comma per l’articolo 13 (art 13.9) relativo alle modalità di revoca del mandato, per uniformità con regolamenti dei livelli associativi superiori (mozione n. 14).
  • Al Comitato regionale è demandato il compito di armonizzare il Regolamento dell’Assemblea regionale alla luce delle modifiche approvate.

Ringraziamo tutti i capi presenti in Assemblea, per lo spirito di servizio e per la partecipazione associativa.

 

Pubblicato in Vita Regionale

Questo sito utilizza cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo ne autorizzi l'uso.